Pollo in Arrosto Morto

Il pollo in arrosto morto: croccante, saporito e rustico. Non siete un po’ stanchi del solito pettino alla brace? Provate questa preparazione un po’ diversa di cucinare il pollo e tipica toscana: da quando la assaggiai per la prima volta in un ristorantino nel centro di Firenze me ne innamorai perdutamente e decisi di inserirla a tutti i costi nel mio libro sulla cucina toscana “About San Gimignano, il mio viaggio nei segreti della cucina toscana”.

Potrete trovare lì tantissime ricette deliziose che preparavano un tempo nella campagna del mio luogo d’origine… siete curiosi di scoprirle? Il pollo in arrosto morto non ha di certo un nome accattivante, ma diamo comunque una possibilità a questo piatto che in realtà è da leccarsi i baffi.

Questa è una ricetta da preparare affinché la tradizione in cucina non venga mai dimenticata. Buona e saporita, questa è un’ottima seconda portata di terra.

Curiosità

La vernaccia di San Gimignano, con i suoi profumi fruttati ed il suo retrogusto di mandorla amara, è il primo vino bianco ad essere stato riconosciuto come DOC (Denominazione di origine controllata) nel 1966.

Talmente importante fu e continua ad essere la sua storia che il suo nome venne citato nella famosissima opera “Divina Commedia” di Dante Alighieri al canto XXIV del Purgatorio, in cui si narra la pena inflitta a Papa Martino IV, che doveva scontare i suoi peccati di gola mangiando continuamente anguille di Bolsena e bevendo Vernaccia.

Nel Cinquecento quella della Vernaccia era una realtà affermata, ogni famiglia nobile di San Gimignano e di Firenze ne produceva in grande quantità, così come oggi: la mia famiglia s’impegna per mandare avanti le solide tradizioni del passato al fine di tramandarle alle generazioni future.

ACQUISTA IL LIBRO DI CUCINA

Pollo in Arrosto Morto

Vittoria
Il pollo in arrosto morto: croccante, saporito e rustico. Non siete un po’ stanchi del solito pettino alla brace?
Preparazione 5 min
Cottura 1 h 20 min
Portata Piatto principale
Cucina Italiana
Porzioni 4

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Per prima cosa in una padella soffriggete l’aglio, sbucciato ma lasciato intero, ed il rosmarino con qualche cucchiaio d’olio, il sale ed il pepe.
  • Quando l’aglio si sarà imbiondito disponete in padella il vostro pollo già tagliato in modo che i pezzi non si sovrappongano e cuocetelo a fiamma alta per 15-20 minuti. Girate di tanto in tanto.
  • Trascorso questo tempo sfumate il pollo con il bicchiere di vernaccia, aggiungete anche l’origano e coprite con il coperchio.
  • Fate cuocere a fiamma minima per circa un’ora.
  • Una volta pronto impiattate ed assaporate tutta la sua croccantezza. Ecco a voi il pollo all’arrosto morto, sentite che profumo?

ABBINAMENTO CIBO E VINO

IL SUGGERIMENTO DI PIERLUIGI

ABBINAMENTO CIBO E VINO

IL SUGGERIMENTO DI PIERLUIGI

vernaccia

Vernaccia di San Gimignano “Crete Nere”
I migliori bianchi di San Gimignano sono uno dei segreti dei vini italiani

ACQUISTA

Potrebbe piacerti anche: